Minerva, lo spazio delle donne freelance di vIVAce


Sono ancora poche le donne che scelgono di investire su se stesse in Italia. Tuttora il contributo femminile all’economia è fondamentale per la ripresa post pandemia (così come affermato dal disegno di legge di Bilancio) e dai dati dell’Osservatorio del MEF sulle partite iva e dall’Europa.

Per le libere professioniste sono pochi gli elementi di sostegno a favore della conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, così anche il welfare, con rilevanti difficoltà di accesso alle prestazioni, caratterizzate peraltro da tempi lunghi di pagamento.

Nel 2020 si tende ancora a considerare le donne come anello debole del mercato del lavoro al punto che la differenza di retribuzione rispetto ai propri colleghi maschi è ancora rilevante. Lo dimostra il fatto che durante questo anno di pandemia chi ha dovuto maggiormente rinunciato alla propria professione per far fronte alle esigenze familiari sono state le donne, ancora costrette a scegliere tra famiglia e carriera.

Una scelta di opportunità di pianificazione famigliare e culturale: il mio ruolo è più adeguato a stare in casa; guadagno meno quindi è più opportuno rinunciare al mio di reddito. Una scelta che potrebbe sembrare privata e famigliare, ma che oltre ad aggravare la condizione delle donne nella società e nel lavoro, ha un peso pubblico non indifferente, sia dal punto di vista della crescita, nel senso di un mancato contributo dell’occupazione femminile all’aumento del PIL, sia in termini di spesa visto l’aumento dell’utilizzo degli ammortizzatori sociali.

 

Da queste riflessioni, dalla difficoltà di reperire informazioni e dalla voglia di fare qualcosa di concreto nasce MINERVA, lo spazio di vivace dedicato alle donne Freelance.

Minerva era la dea romana della saggezza, delle strategie, della lealtà e della guerra, nonché protettrice degli artigiani.

Dopotutto se ci riflettiamo siamo tutte un po' Minerva, noi libere professioniste, che quotidianamente siamo alle prese con il nostro lavoro che necessita di saggezza e strategia per gestire il nostro quotidiano (fatto non solo di lavoro).

La donna in generale deve conciliare la propria vita lavorativa con la propria vita familiare, e noi lavoratrici indipendenti ancora di più, siamo ogni giorno in lotta con orari che non esistono, con diritti ancora da costruire e con poco welfare disponibile a sostenerci durante il nostro periodo lavorativo.

Visto che in ognuna di noi esiste una Minerva abbiamo deciso di riunirci e costruire insieme uno spazio nel quale reperire informazioni mirate, ma anche dialogare e condividere esperienze e bisogni.

Minerva nasce l’8 marzo, per la giornata internazionale della donna, ma ha come obiettivo quello di tenere alta l’attenzione sulle nostre necessità ogni giorno dell’anno, perché come imprenditrici di noi stesse siamo mamme, figlie, mogli e compagne sempre per 365 giorni l’anno.

In una visione di articolazione virtuosa e concatenante di obiettivi si passa dalla tutela della maternità ma anche della paternità, nell’ottica di una condivisione delle responsabilità famigliari e di assistenza così da liberare le donne dalle scelte obbligate tra lavoro e famiglia, all’obiettivo del sostegno all’occupazione femminile.

Per questo, per la nostra voglia di costruire e di condividere idee e informazioni nasce Minerva.

Cosa puoi trovare in Minerva?

Informazioni utili su bonus

Informazioni sui finanziamenti

Servizi dedicati a te

Webinair tematici

Spazio di discussione e condivisione.