Malattia e infortunio
Sono una partita IVA. Quali sono i miei diritti in caso di malattia o infortunio?

“IL JOBS ACT DEL LAVORO AUTONOMO STABILISCE CHE LA MALATTIA E L’INFORTUNIO DI CHI FORNISCE PRESTAZIONI IN VIA CONTINUATIVA AL PROPRIO COMMITTENTE NON ESTINGUE IL RAPPORTO DI LAVORO MA LO SOSPENDE SU RICHIESTA DEL LAVORATORE”<&p>

Per quanto tempo posso chiedere la sospensione del mio rapporto di lavoro in caso di malattia o di infortunio?

IL RAPPORTO PUÒ ESSERE SOSPESO PER UN MASSIMO DI 150 GIORNI PER ANNO SOLARE

DURANTE IL PERIODO DI SOSPENSIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO PER MALATTIA O INFORTUNIO HO DIRITTO AL COMPENSO O A UN’INDENNITÀ?

No. La legge non prevede un diritto al corrispettivo per il lavoratore.

E SE LA MALATTIA O L’INFORTUNIO FOSSE TALMENTE GRAVE DA IMPEDIRMI DI TORNARE AL LAVORO PER UN PERIODO PROLUNGATO?

Se la malattia o l’infortunio dovessero impedirti di riprendere l’attività lavorativa per più di 60 giorni, la legge prevede nei tuoi confronti la sospensione dall’obbligo di versare i contributi previdenziali e i premi assicurativi per tutta la durata della malattia o dell’infortunio, fino a un massimo di due anni.

SE FOSSI SOTTOPOSTO A TRATTAMENTI TERAPEUTICI PER LA CURA DI MALATTIE GRAVI, COME NEL CASO DI UN TUMORE, CHE MI IMPEDISSERO DI LAVORARE TEMPORANEAMENTE, AVREI DIRITTO A UN’ INDENNITÀ PER CIASCUN GIORNO DI ASSENZA DAL LAVORO?