Esempi di contratto

Le nuove disposizioni in materia di lavoro autonomo non imprenditoriale hanno reso obbligatorie per le parti interessate dalla misura alcune condizioni del contratto d’opera, cioè del contratto o lettera di incarico che il professionista stipula con il proprio cliente. Primo fra questi la forma scritta: si considera abusivo, infatti, il rifiuto per il committente di redigere per iscritto il contratto. Dunque il primo diritto per il freelance è ottenere un contratto che disciplini chiaramente le condizioni e i termini dell’incarico. Inoltre il legislatore è intervenuto anche con riguardo ad altri elementi relativi al rapporto con il proprio committente concernenti la modifica delle condizioni contrattuali, le tutele in caso di eventi quali maternità, infortunio e malattia, nonché il ritardo nei pagamenti.

Proponiamo, dunque, di seguito un esempio di contratto d’opera alla luce delle più recenti novità legislative.

Alcune precisazioni: le clausole inserite rappresentano elementi importanti per far valere i propri diritti in caso di controversie.

Esistono, tuttavia, clausole ulteriori che il lavoratore autonomo potrebbe inserire per rendere il proprio rapporto ancora più equo e che aggiungiamo in appendice.

Inoltre si precisa che quello di seguito riportato è un contratto di lavoro autonomo non occasionale, cioè si tratta di attività lavorativa svolta dal lavoratore indipendente in maniera professionale e prevalente.

ESEMPIO DI CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO (O LETTERA D’INCARICO)

[ DATI DELL’AZIENDA COMMITTENTE O DEL PRIVATO COMMITTENTE:

Denominazione e sede legale, CF/ P. IVA oppure Nome Cognome, dati anagrafici (luogo e data di nascita), residenza, C.F. e P.IVA ]

E

[ DATI DEL PROFESSIONISTA:

Nome cognome, dati anagrafici, residenza, C.F. , P.IVA ]

Qui di seguito denominati congiuntamente anche “Parti”

CONVENGONO

OGGETTO: Incarico di prestazione d’opera professionale di cui agli artt. 2222 [e 2229 c.c., se si tratta di professionista iscritto ad un albo o ad un ordine]

La Società …… / il Sig., la Sig.ra con la presente scrittura, preso atto della proposta da Lei presentata, ne accetta le condizioni e Le conferisce il seguente incarico:

[DESCRIZIONE DELL’OPERA O SERVIZIO NEL DETTAGLIO]

DISCIPLINA DEL RAPPORTO

MODALITA’ DI ESECUZIONE DELLA PRESTAZIONE

1. Il Professionista si obbliga a compiere tale opera/servizio con le modalità di cui all’art. 2222 c.c., cioè con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente.

2. La prestazione sarà realizzata dal Professionista in completa autonomia rispetto ai tempi, ai luoghi e alle modalità di svolgimento della stessa e senza, dunque, dover rispondere a direttive da parte del Committente, salvo la disponibilità delle Parti a concordare momenti di confronto durante l’esecuzione dell’opera.

3. Le modifiche alle condizioni contrattuali non potranno essere imposte unilateralmente.

4. Eventuali modifiche e integrazioni dell’attività oggetto dell’incarico devono essere espressamente accettate da entrambe le Parti con qualificazione separata del relativo corrispettivo.

DURATA DELL’INCARICO

5. L’incarico in oggetto ha efficacia dal …/…/… [data di inizio]. Il Professionista si impegna a consegnare la prestazione entro il…/…/ (data)*

[* Nel caso in cui si tratti di contratto in cui ci si impegna ad una prestazione a carattere continuativo, es. attività di manutenzione, si dovrà stabilire la data a partire dalla quale il contratto ha efficacia, il carattere a tempo indeterminato del contratto e il congruo preavviso, indicandone i giorni esatti e le modalità di comunicazione, con cui si può recedere dallo stesso, salvo il diritto del Prestatore a vedersi riconosciuto il compenso per quanto già realizzato].

6. Il compenso pattuito, da riconoscere a prestazione compiuta, è di euro …. più IVA e contributo previdenziale [se dovuti*].

[* IVA e

contributo previdenziale integrativo” non sempre sono dovuti. L’IVA (imposta sul valore aggiunto), ad esempio, non è dovuta nel caso in cui si abbia un regime contabile c.d. forfettario, poiché già assolta dall’imposta sostitutiva prevista da tale regime. Il “contributo previdenziale integrativo”, invece, è quella piccola quota di contribuzione che viene versata alla propria forma di previdenza obbligatoria e che viene addebitata al cliente a titolo di diritto di rivalsa. Questo elemento integrativo, che si andrebbe ad aggiungere al corrispettivo dovuto varia a seconda del fondo in cui si versano i contributi (es. Gestione Separata 4%) è obbligatoria per chi è iscritto ad un ordine come libero professionista, mentre è facoltativo nei casi di chi appuNto versa alla Gestione Separata INPS ]

PAGAMENTO

7. Le modalità di pagamento sono le seguenti: [inserire modalità di pagamento: assegno circolare, bonifico bancario, ecc.. ed eventuali modalità di riconoscimento di acconti,ecc.]. Il pagamento dovrà avvenire entro ….. giorni dalla conclusione o consegna della prestazione e comunque non oltre i 60 giorni dalla richiesta di pagamento/ricezione della fattura.

SOSPENSIONE DEL RAPPORTO

8. In caso di gravidanza, malattia o infortunio del Professionista, il rapporto potrà essere sospeso fino a 150 giorni, senza corrispettivo, salvo il venire meno dell’interesse del Committente.

RECESSO

9. Il Committente può recedere unilateralmente alle condizioni di cui all’art. 2227 c.c. [e del punto 5.del presente contratto, in caso di contratto per prestazione continuativa]. Pertanto, al ricorrere di tale evento, il Professionista avrà diritto di vedersi riconosciuto il rimborso delle spese sostenute e il compenso relativo alla parte di prestazione eventualmente realizzata fino a quel momento, nonché il mancato guadagno.

11. I casi che possono dare luogo alla risoluzione del contratto prima che la prestazione sia completata sono i seguenti:

[indicare i casi di particolare gravità in cui il committente o il professionista è legittimato a chiedere la risoluzione del rapporto]

In questo caso la risoluzione si intende avvenuta al momento in cui l’altra parte riceve la comunicazione.

INFORMATIVA TRATTAMENTO DATI

12. Ai sensi dell’art.13 del d.lgs. n. 196/2003, il Committente informa il Prestatore che titolare del trattamento è il/la Sig/Sig.ra …. In qualità di [nel caso in cui la prestazione è realizzata a favore di un’azienda indicare il ruolo svolto all’interno della stessa dal responsabile per il trattamento dei dati]

Letto, confermato e sottoscritto

Luogo e data

…………………………………

…………………………………

(firma del professionista) (firma ed eventuale timbro del committente)

CLAUSOLE AGGIUNTIVE

Al fine di rendere il proprio contratto più tutelante ed equo, il professionista potrebbe aggiungere al proprio contratto le seguenti clausole:

  • Con riferimento ai tempi di consegna si potrebbe aggiungere: Data la particolarità del servizio/opera, qualora il committente manifesti la volontà, per motivi di necessità e urgenza, di anticipare i termini della consegna, quest’ultimo si impegna a riconoscere una maggiorazione del compenso del 20% [o altra maggiorazione concordata].
  • Altra clausola da poter aggiungere: Qualora l’opera/servizio richieda uno spostamento fuori sede, le spese relative a vitto, alloggio e viaggio relative saranno rimborsate dal committente dietro presentazione di documentazione attestante la spesa sostenuta.
  • Si potrebbe poi specificare, con riguardo ai casi di maternità: La Professionista, in caso di maternità, ha diritto ad essere sostituita dal lavoratore autonomo di fiducia individuato in [nominativo, dati anagrafici], di cui la necessaria professionalità è attestata dalle seguenti qualifiche o esperienze [indicare tutto ciò che è utile ad attestare l’idoneità della persona di fiducia a sostituire il professionista nell’esecuzione dell’opera/servizio]