Esempi di fattura

Oltre ad un buon contratto è utile saper anche redigere le proprie fatture. La fattura è quel documento fiscale obbligatorio nel quale si attesta la prestazione effettuata indicandone il corrispettivo pattuito e gli ulteriori elementi previsti dalla legge, quali applicazione dell’IVA, ritenuta d’acconto, contributo integrativo (se dovuto), ed eventuali rimborsi di spese sostenute in nome e per conto del proprio cliente.

Dunque come imputare ciascuna competenza? Di seguito vogliamo aiutarvi proponendo degli esempi di fattura. In particolare, abbiamo individuato tre esempi di fattura, ognuno legato ad una tipologia diversa di lavoratore autonomo. Infatti, a seconda che si sia iscritti o meno ad un ordine o che si abbia un regime contabile forfettario anziché ordinario, i criteri di imputazione delle varie voci cambiano.

 

ESEMPIO DI FATTURA DI PROFESSIONISTA SOGGETTO A REGIME CONTABILE FORFETTARIO

DATI DEL PROFESSIONISTA
Residenza o sede dello studio in cui si svolge la professione
P.IVA
C.F.
[Nel caso si eserciti un’attività per la quale non è richiesta l’iscrizione ad albi o ordini indicare la professione esercitata e il riferimento alla legge 4/2013]

Spett.le
DATI DEL COMMITTENTE
Sede legale (azienda) o residenza
C.F/P.IVA

N. FATTURA [progressivo] Data: ../../....

Descrizione Causale:

[indicare le prestazioni per le quali si emette fattura]

a. Competenze: euro….[indicare il corrispettivo o onorario pattuito]

b. Rimborsi non imponibili: euro…. [indicare eventuali spese anticipate in nome e per conto del committente]

c. Addebito contributo previdenziale: euro… [indicare l’aliquota e l’ammontare del proprio contributo previdenziale, esempio iscritti alla gestione separata : 4%, da calcolarsi sull’onorario o corrispettivo]

d. Totale fattura: euro ….. [indicare il totale della fattura dato dalla somma di a, b e c]

Il professionista è contribuente soggetto al regime fiscale di vantaggio fiscale previsto dall’art.1, cc. 96-117, Legge 24.12.2007 n. 244, pertanto si chiede la non applicazione della ritenuta d’acconto come previsto dal provvedimento dell’agenzia delle Entrate del 22/12/2011, prot. 185820.

MARCA DA BOLLO DA 2 euro

[la normativa vigente prevede che per corrispettivi superiori a 77 euro ed esenti da IVA , come nel caso di chi è sottoposto a regime contabile forfettario, il professionista debba applicare in sostituzione una marca da bollo da 2 euro]

Firma del professionista e (eventualmente) timbro

 

ESEMPIO DI FATTURA PER PROFESSIONISTA IN REGIME ORDINARIO NON ISCRITTO AD ALBI O ORDINI

DATI DEL PROFESSIONISTA
Indicazione della professione esercitata ai sensi della legge 4/2013
Residenza o sede dello studio in cui si svolge la professione
P.IVA
C.F.

Spett.le
DATI DEL COMMITTENTE
Sede legale (azienda) o residenza
C.F/P.IVA

N. FATTURA [progressivo] Data ../../....

Descrizione Causale:

[indicare le prestazioni per le quali si emette fattura]

a. Competenze: euro…. [indicare il corrispettivo o onorario pattuito]

b. Addebito contributo previdenziale: euro…. [indicare aliquota e l’ammontare del contributo previdenziale che attualmente per chi versa alla Gestione Separata INPS è del 4%]

c. Imponibile IVA : euro… [l’imponibile IVA è costituito dalla somma di a e b]

d. IVA [indicare l’iva dovuta che si ottiene applicando l’aliquota IVA, attualmente per la generalità di beni e servizi al 22%, sull’imponibile IVA]

e. Rimborsi non imponibili: euro…. [indicare eventuali spese anticipate in nome e per conto del committente]

f. Totale fattura euro…. [somma di a, b, d, e]

g. Ritenuta d’acconto: euro… [Indicare l’aliquota per la ritenuta d’acconto, attualmente 20%, e l’ammontare della stessa, che si ottiene applicando l’aliquota sulla somma di a e b]

h. Netto a pagare: euro…. [dato da f meno g]

Firma del professionista e (eventualmente) timbro

 

ESEMPIO DI FATTURA PER PROFESSIONISTA IN REGIME ORDINARIO ISCRITTO AD ALBI O ORDINI

DATI DEL PROFESSIONISTA
Residenza o sede dello studio in cui si svolge la professione
P.IVA
C.F.

Spett.le
DATI DEL COMMITTENTE
Sede legale (azienda) o residenza
C.F/P.IVA

N. FATTURA [progressivo] Data ../../....

Descrizione Causale:

[indicare le prestazioni per le quali si emette fattura]

a. Competenze: euro….[indicare il corrispettivo o onorario pattuito]

b. Addebito contributo previdenziale: euro… [indicare l’aliquota e l’ammontare del contributo dovuto alla propria cassa previdenziale]

c. Imponibile IVA : euro… [l’imponibile IVA è costituito dalla somma di a e b]

d. IVA [indicare l’iva dovuta che si ottiene applicando l’aliquota IVA, attualmente per la generalità di beni e servizi al 22%, sull’imponibile IVA]

e. Rimborsi non imponibili: euro…. [indicare eventuali spese anticipate in nome e per conto del committente]

f. Totale fattura euro…. [somma di a, b, d, e]

g. Ritenuta d’acconto: euro… [Indicare l’aliquota per la ritenuta d’acconto, attualmente 20%, e l’ammontare della stessa, che si ottiene applicando l’aliquota al corrispettivo o onorario di cui al punto a.]

h. Netto a pagare: euro…. [dato da f meno g]

Firma del professionista e (eventualmente) timbro